Monteverdi Action!

schermata-2017-12-04-alle-15-43-39

Les Matinées del Monteverdi – Incontri Musicali al Museo

Domenica 10 dicembre 2017 ore 11.00
SALA MANFREDINI

LES MATINÉES DEL MONTEVERDI
Incontri musicali al Museo

La Viola: Voce intima degli Archi

Costanza Pepini – Viola
Umberto Barisciano – Pianoforte

PROGRAMMA

BENEDETTO MARCELLO (1686 – 1739)
Sonata in Sol Maggiore per viola e b.c., op.1 n.6
(Trascrizione dal violoncello)
1. Adagio
2. Allegro
3. Grave
4. Allegro

J. S. BACH – Z. KODÁLY (1685 – 1750 / 1822 – 1976)
Fantasia cromatica in re minore
(Trascrizione per viola sola)

FRANZ SCHUBERT (1797 – 1828)
Sonata per viola e pianoforte “Arpeggione”
1. Allegro moderato
2. Adagio. Allegretto

GLI INTERPRETI

Costanza Pepini inizia lo studio del violino sotto la guida di Elizabeth Graham all’età di sei anni e successivamente vi affianca lo studio della viola sotto la guida di Kaethe Shore presso la Scuola di Musica del Trasimeno. Consegue il diploma di violino nel luglio 2010 e nel settembre dello stesso anno quello di viola, da privatista, ottenendo il massimo dei voti. Successivamente si perfeziona con Francesco Fiore e Koram Jablonko. Dal 2011 al 2014 è stata allieva di Bruno Giuranna, presso l’accademia Walter Stauffer di Cremona, con il quale ha partecipato al prestigioso festival “Omaggio a Cremona” nel 2014 avendo, in tale occasione, lavorato con Salvatore Accardo, in un progetto di musica da Camera. Lavora inoltre con l’Orchestra da Camera del Trasimeno, Gli archi del Cherubino (AQ), l’Orchestra da Camera Accademia di Pinerolo (TO). È risultata idonea nel 2014 e nel 2015 alle audizioni bandite dal Teatro Lirico di Cagliari, nel 2016 in quelle della Filarmonica Orchestra Regionale delle Marche, nel 2017 all’Orchestra Haydn di Bolzano e Trento, alla Fondazione Arturo Toscanini di Parma e al Teatro dell’Opera di Roma. Nel 2013 e nel 2015 ha collaborato con il Trio Debussy in progetti di musica da Camera nella stagione “Unione Musicale” di Torino. Dal 2005 svolge un’intensa attività concertistica con il Quartetto Ascanio, di cui è membro fondatore; il Quartetto è invitato a suonare in prestigiosi festival in tutta Italia e all’estero come “Famiglia Artistica Reggiana” di Reggio Emilia, “Cantiere Internazionale” d’Arte di Montepulciano (eseguendo prime assolute mondiali di compositori contemporanei quali Carlo Boccadoro, Norberto Oldrini, Stefano Taglietti, Andrea Portera il quale dedica la sua opera “Keygen” al Quartetto Ascanio), ”Armonie della Sera” nel territorio marchigiano, ”Festival dei 2 Mondi” di Spoleto, Corciano Festival, Tuscan Sun Festival, Neues Klangfest Remscheid, Colonia (Germania), Festival Quartetto d’archi a Pieve di Gropina. Nel 2014 ha registrato per la Brilliant dei pezzi per ensemble di Ravel e per l’associazione Artes di Prato musiche di giovani autori contemporanei partecipanti al concorso Call for Score. Con il quartetto ha frequentato corsi di musica da Camera sotto la guida di prestigiosi docenti come il Quartetto Prometeo, Hugh Maguire, Adrian Pinzaru, Bruno Giuranna, Mihaela Martin (Quartetto Michelangelo), alla Scuola di Musica di Fiesole il corso di perfezionamento con Andrea Nannoni e dal 2012 ha frequentato il corso di perfezionamento di Musica da Camera tenuto dal Quartetto di Cremona presso l’accademia Walter Stauffer. È laureanda al biennio accademico di II Livello all’Istituto Superiore di studi musicali Claudio Monteverdi di Cremona dove studia nella classe di Francesco Fiore.

Umberto Barisciano

Nato nel 1991, si è diplomato in pianoforte con il massimo dei voti, lode e menzione presso il Conservatorio “D. Cimarosa” di Avellino sotto la guida di Enrico Massa, ricevendo inoltre il premio “Bruno Mazzotta” come miglior diplomato. Prosegue i suoi studi perfezionandosi con Maurizio Baglini, Lorenzo Di Bella e Wolfram Schmitt-Leonardy.
Si è diplomato con lode al Biennio Specialistico di Pianoforte presso l’ISSM “Claudio Monteverdi” di Cremona con Lorenzo Di Bella.
Ha ottenuto premi e riconoscimenti in numerose competizioni pianistiche e cameristiche nazionali ed internazionali.
Si è esibito presso importanti istituzioni a Milano, Roma, Napoli, Cremona, Avellino,Gyeongju e Goryong (Corea del Sud) e al Padiglione Italia durante Expo 2015.
Tra le sue recenti esibizioni si annoverano esecuzioni del Concerto n. 1 per pianoforte e orchestra (nella versione per pianoforte e quintetto d’archi), Andante spianato e Grande Polacca Brillante op. 22 per pianoforte e orchestra di Chopin, del Concerto n. 2 per pianoforte e orchestra (versione cameristica) di Liszt e del Concerto per pianoforte, tromba e orchestra d’archi di Šostakovič.